Il Comune>Novembre

MERCOLEDI 26 NOVEMBRE Serramazzoni : Lo staff del Servizio Medicina dello Sport AUSL Modena incontra gli studenti delle Scuole di Serramazzoni per parlare e riflettere sul fenomeno anti-doping

Mercoledi 26 novembre alle ore 9.30  presso la sala polivalente di Serramazzoni lo staff e gli esperti del Servizio di Medicina dello Sport  AUSL Modena, in collaborazione con l’amministrazione comunale, incontreranno gli allievi dell’Istituto Alberghiero IAL Serramazzoni accompagnati dal Direttore Giuseppe Schipano e le classi terze delle scuole medie di Serramazzoni con il Prof. di educazione fisica Ferrarini Eugenio

Interverranno il Sindaco Roberto Rubbiani, Ferdinando Tripi Direttore Servizio Medicina dello Sport AUSL Modena, Gustavo Savino coordinatore tecnico Centro Regionale Antidoping, Antonio Lauriola responsabile InforMo, Servizio Veterinario DSP AUSL Modena, Ylenja Persi – Dietista SIAN e Medicina dello Sport AUSL Modena, Raffaele Candini Responsabile Comunicazione e Progetti CSI Emilia Romagna

La giornata del 26/11 segnerà l'inizio di un percorso dedicato  alle scuole, con il coinvolgimento degli allievi dell'Istituto alberghiero,  finalizzato ad esplorare le risorse di una adeguata alimentazione per qualità, quantità e tempi di assunzione dei principi nutritivi in relazione agli impegni sportivi, senza trascurare il gusto ed il piacere di consumare il pasto nelle varie occasioni della giornata.
Si parlerà del doping e della sua diffusione, degli integratori, della loro etichettatura, degli alimenti e di come un surrogato dell'alimento stesso possa essere convertito in pasto piacevole, naturale e più efficace del prodotto sintetico.
Ci sarà inoltre una parentesi in cui saranno proiettati i filmati finalisti del concorso "Associati con Chiarezza" indetto da associazioni ed enti di promozione sportiva, patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna. Ai ragazzi presenti, in qualità di membro della giuria, verrà chiesto di votare il migliore.
L'intento della giornata sarà dunque quello di stimolare i ragazzi a riflettere sulle proprie risorse, sulla sana alimentazione e sull'inutilità del ricorso a metodi ed artifici per migliorare la propria prestazione sportiva, di farli riflettere sul fenomeno del doping  associato comunemente ai soli atleti professionisti, trascurandone la diffusione estesa in contesti spesso poco considerati. Da qui si partirà, come anticipato, con un percorso didattico tra gli studenti dell’alberghiero  che avrà ampia risonanza anche sul territorio e sui giovani che vi risiedono, atleti, studenti, giovani cittadini.

Proprietà dell'articolo
creato:sabato 6 dicembre 2014
modificato:sabato 6 dicembre 2014