Il Comune>Sociali

ASSEGNO DI MATERNITA' ALLE MADRI NON LAVORATRICI - EROGAZIONE

TITOLO PROCEDIMENTO

EROGAZIONE ASSEGNO MATERNITA’

SCHEDA INFORMATIVA

 

Ufficio

Servizi Sociali

Descrizione

L'assegno di maternità è un contributo statale erogato dall'INPS per 5 mensilità dalla data del parto.

Modalità richiesta

A seguito del Decreto del Ministro per la Solidarietà Sociale del 15.07.1999 n. 306, i cittadini interessati, utilizzando un modulo predisposto fornito dal Servizio, in forma di dichiarazione sostitutiva, possono richiedere il beneficio.

Modalità erogazione

Il Comune, dopo avere controllato la sussistenza di tutti i requisiti, concede o nega l’assegno con un proprio provvedimento e lo comunica a chi ha presentato la richiesta. In caso di concessione, trasmette all’INPS i dati necessari per il pagamento.

Costi a carico del cittadino

Nessuno.

Scadenze

La domanda è da presentarsi entro 6 mesi dalla data del parto.

Requisiti

L’assegno spetta, per ogni figlio nato, alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità (indennità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro privati o pubblici), o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all’importo dell’assegno (in tal caso l’assegno spetta per la quota differenziale). Possono presentare la domanda le madri:
• cittadine italiane
• cittadine comunitarie
• cittadine extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno
(non è sufficiente il permesso di soggiorno anche se rilasciato per un motivo che consente un numero indeterminato di rinnovi); in tale ipotesi, anche il figlio che non sia nato in Italia o non risulti cittadino di uno Stato dell’Unione Europea, deve essere in possesso di carta di soggiorno. L’assegno del Comune non può essere riconosciuto se è stato concesso dall’INPS l’assegno di maternità dello Stato di cui all’art. 75 del D.Lgs. 151/2001 (già art. 49, comma 8, della legge n. 488/99).

- Valore dell’attestazione ISEE presentata non superiore ai paramentri indicati annualmente dall’INPS. 

Documenti da presentare

Dichiarazione sostitutiva unica;Valore attestazione ISEE.

Tempi di risposta

L'INPS eroga il beneficio circa entro 90 giorni dalla data di trasmissione dell'istanza da parte del Comune.

Normativa comunale

 

Normativa generale

L’assegno è stato istituito dall’art.66 della legge n.448/98 con effetto dal 01.01.1999 ed è oggi disciplinato dal D.P.C.M. 21 dicembre 2000 n.452 e dall’art.74 del D.Lgs.151/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità).

Note

 

DOVE RIVOLGERSI

 

Sede

 

Ufficio

Servizi Sociali

Indirizzo

Piazza T. Tasso, n. 7 Sede Municipale. Piano terra

Orari

Mercoledì e Sabato dalle 8,30 alle 12,30.

Telefono

0536 952199 int. 109

fax

0536 954665

Email

ufficio.operatorisociali@comune.serramazzoni.mo.it

 

RESPONSABILI

 

Servizio

Servizi Sociali

Responsabile del procedimento

Graziana Lorenzi

Tel. 0536 952199 int. 109

Email: ufficio.operatorisociali@comune.serramazzoni.mo.it

Responsabile del Servizio

 

Carla Baranzoni

Tel. 0536 952199 int. 125

Email: servizi.sociali2@comune.serramazzoni.mo.it

 

 

Responsabile in caso di inerzia della struttura

Segretario comunale Giovanelli dr. Giampaolo Il potere sostitutivo in caso d'inerzia è esercitato a norma di statuto dal Segretario Generale mediante istanza scritta circostanziata, completa delle indicazioni utili ad individuare il procedimento per il quale si chiede l'intervento sostitutivo.

Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 9 ottobre 2013
modificato:mercoledì 9 ottobre 2013