Il Comune>Tributi

IMU 2016

SI RICORDA CHE CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 23/2016 DIVENUTA ESECUTIVA IL

22/08/2016 è stata adottata una variante al vigente P.R.G.; pertanto, da tale data, i terreni che da

agricoli sono stati classificati edificabili, dovranno pagare l’IMU con l’aliquota del  10,2 per mille.


ALIQUOTE

Per  l’anno 2016 sono confermate le aliquote e detrazioni approvate con delibera di l Consiglio Comunale n. 17 del 03/06/2015:

1)      aliquota ridotta pari al 4,5 per mille per l'abitazione principale classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze riconosciute tali solo nella misura massima di una unità per ciascuna categoria C/2, C/6 e C/7;

2)      aliquota pari al 9,8 per mille per i fabbricati di categoria C/1, C/3  e D;

3)      aliquota pari al 10,3 per mille per gli altri fabbricati diversi da quelli di cui ai precedenti punti;

4)      aliquota pari al 10,2 per mille per le aree fabbricabili.

DETRAZIONI

- dall'imposta dovuta per l'abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono euro 200 rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione.

VERSAMENTI

Il pagamento deve essere fatto dal soggetto passivo in proporzione alla quota e al periodo di possesso per l’anno stesso. Il versamento dell’imposta complessivamente dovuta deve  essere effettuato in due rate:

PRIMA RATA: ENTRO IL 16 GIUGNO 2016

SECONDA RATA: ENTRO IL 16 DICEMBRE 2016 -  con la seconda rata si versa il saldo dovuto per l’intero anno in base alle aliquote e alle detrazioni deliberate dal Comune.

Il versamento dell’imposta dovuta al Comune e della quota riservata allo Stato, deve essere effettuato obbligatoriamente con modello F24 e può avvenire presso gli istituti bancari e presso gli uffici postali siti nel territorio dello Stato. Il versamento dell’imposta utilizzando il modello F24 non prevede applicazione di commissioni. L’IMU potrà essere versata anche con bollettino postale reperibile presso gli uffici postali.

Si ricorda che dal 2013 allo Stato va versata solamente l’IMU relativa ai fabbricati del gruppo catastale D, calcolata con l’aliquota standard del 7,6 per mille, utilizzando il codice tributi 3925. La quota di competenza comunale pari al 2,2 per mille (9,8-7,6) deve essere versata utilizzando il codice tributo 3930.

Gli altri codici tributo da utilizzare nel modello F24 nella sezione IMU ed altri tributi locali sono:

Codice 3912 – abitazione principale e relative pertinenze – COMUNE

Codice 3916 – aree fabbricabili – COMUNE

Codice 3918 – altri fabbricati – COMUNE

Codice 3930 – fabbricati D – COMUNE

Codice 3925 – fabbricati D – STATO

Si ricorda che il codice ente/codice Comune da  indicare nell’apposito campo dell’F24, è, per il Comune di Serramazzoni F357. Tale codice dovrà essere indicato anche con riferimento alla quota d’imposta dovuta allo Stato al fine di localizzare gli immobili cui si riferisce il versamento di competenza erariali.

 

Proprietà dell'articolo
creato:mercoledì 1 giugno 2016
modificato:mercoledì 14 dicembre 2016